Vacanze in barca a vela e cauzioni

Consiglio di Viaggio Zanzibar

VACANZE IN BARCA E CAUZIONI: COME COMPORTARSI

Vivere il mare a 360° in totale libertà, lontano dal traffico e da spiagge super affollate, con la possibilità di tuffarsi in acque cristalline ogni volta che si desidera e raggiungere luoghi meravigliosi, nascosti e solitamente inesplorati. Sono questi i motivi che spingono molti viaggiatori a scegliere per le proprie vacanze di noleggiare una barca. Come in tutti i contratti di noleggio, però, c’è sempre una spada di Damocle: il deposito cauzionale, ovvero la somma di denaro da versare prima della partenza a copertura di eventuali danni provocati all’imbarcazione durante il noleggio. “Skipper and Charter” fa al caso vostro, perché propone un’assicurazione viaggio a protezione della cauzione che vi alleggerirà anche di questa preoccupazione, così da poter godere giorni di totale relax, a tu per tu con la natura!

VACANZA IN BARCA A VELA: L’ESPERIENZA IN CAICCO

Per una esperienza unica, fuori dagli standard e dal sapore d’altri tempi, la soluzione ideale è una crociera in caicco, la tipica imbarcazione turca molto simile ad un veliero, ma con una marcia in più: grazie alle grandi comodità di cui è dotata, può essere paragonata ad un hotel di lusso, con tanto di aria condizionata e cabine con bagno privato. Gli spazi a disposizione, più ampi rispetto ad una qualsiasi altra imbarcazione classica, rendono la permanenza in caicco perfetta anche per chi sale a bordo di una barca per la prima volta. E le destinazioni? Una delle mete imperdibili è la Turchia: sono molti gli operatori turistici che propongono questa soluzione di viaggio, con pacchetti di durata diversa e itinerari variabili. Se invece siete esperti navigatori è possibile anche noleggiare in autonomia l’imbarcazione e tracciare un itinerario personalizzato. Potete, ad esempio, navigare nelle acque turchesi lungo la costa dell’Egeo, ricca di baie, isolotti, promontori e bellezze naturali: un vero e proprio paradiso. Bodrum è solitamente il punto di partenza per raggiungere la Baia di Gokova, dove è possibile non solo ammirare le insenature verdi e le spiagge incontaminate turche, ma anche fare un’escursione nella famosa isola di Cleopatra e nelle Seven Islands, sette isole totalmente selvagge e immerse nella natura. Uno degli angoli più belli è sicuramente il Golfo di Hisaronu: con il suo mare trasparente abbraccia i siti archeologici più importanti della Turchia. Qui l’Egeo incontra il Mediterraneo, con 52 baie da visitare, ognuna delle quali offre una ricchissima flora e fauna. Da non perdere lo spettacolo offerto dai colori dell’acqua della Baia di Kekova, che variano dall’azzurro al verde, e da alcuni luoghi storici del posto: Myra, importante città della Licia, con il grande teatro romano e la necropoli, oppure Olympos, antica città del sud della Turchia dal fascino intramontabile e suggestivo. Se scegliete di restare nei confini nostrani, anche l’Italia rappresenta un’opzione perfetta per una vacanza in barca a vela, grazie ai panorami mozzafiato da ammirare lungo tutto lo Stivale, come quelli regalati dalla Sardegna: nuotare nelle splendide acque dell’arcipelago della Maddalena e scrutare l’orizzonte dell’Isola di San Pietro appaga il desiderio di emozioni uniche.

L’ASSICURAZIONE SULLA CAUZIONE DI “SKIPPER&CHARTER”

Quello che è capace di regalare una vacanza in barca a vela è indubbiamente qualcosa che va al di là di un semplice viaggio, ma c’è un momento in cui un brivido corre lungo la schiena dei viaggiatori che decidono di intraprendere questa esperienza: quando è necessario tirare fuori la carta di credito per versare, prima dell’inizio della crociera, un deposito cauzionale, necessario per coprire eventuali danni provocati all’imbarcazione da parte dei partecipanti. Esistono, però, delle assicurazioni viaggio, come “Skipper and Charter”, che intervengono rimborsando l’importo trattenuto sulla cauzione a determinate condizioni: è necessario, innanzitutto, che il deposito cauzionale sia dimostrato attraverso un’idonea ricevuta fiscale e che il partecipante scelto per ricoprire il ruolo dello skipper sia dotato della patente nautica. In caso di incidente, affinchè la cifra trattenuta venga rimborsata, bisogna presentare una documentazione dettagliata, che comprende la descrizione del sinistro, una eventuale denuncia alle Autorità e le fotografie del danno. Fate attenzione però: la polizza non copre eventuali costi aggiuntivi richiesti dalle società che affittano le imbarcazioni, come le spese delle pulizie, il consumo del carburante e dell’acqua e il noleggio di biancheria. Infine, la copertura è esclusa per altri specifici casi: ad esempio, non interviene per i danni avvenuti fuori dall’area geografica di navigazione precedentemente stabilita al momento della prenotazione.

Calcola il preventivo